L’ALLEVAMENTO: LE PECORE FRABOSANE DI MASSIMILIANO BALDO

L’area della della pecora Frabosana Roaschina è il territorio delle valli cuneesi (oltre alla valle Pellice nel Torinese)  origine della razza (Valli Monregalesi, Valli Gesso e Vermenagna, Valle Grana, Valle Pesio). Le aziende di fondovalle si trovano in numerosi comuni (Chiusa Pesio, Roccavione, Roccaforte Mondovì, Entracque,…). Sovente ancora attraverso la tradizionale transumanza, le greggi vengono condotte progressivamente negli alpeggi, alcuni piuttosto magri (anche oltre i 2000 metri s.l.m.) in particolare della Val Grana, Valle Gesso e Valli Monregalesi.

L’allevamento di Massimiliano Baldo è sita in frazione Eca a Ormea (Cuneo). Si tratta di un’azienda tipicamente pastorale che alleva 400 ovini di razza Frabosana-Roaschina da latte, oltre a 120 capre di razze alpine e 7 bovini. L’azienda ha come obiettivo produttivo la trasformazione casearia.

Nel periodo estivo il gregge si sposta all’alpeggio Valbella (comune di Ormea). La superficie aziendale si estende per 150 ha circa, tutti utilizzati a pascolo, da 1000 m a 2500 m s.l.m. L’esposizione a sud-est della frazione favorisce il pascolo degli ovicaprini tutto l’anno. L’alimentazione si basa esclusivamente sul pascolo, da aprile a dicembre, mentre nei mesi restanti vengono in aggiunta somministrati fieni, in prevalenza a base di erba medica con modeste integrazioni di mais.

Il sistema di allevamento adottato dall’azienda rappresenta un esempio di pastorizia moderna, di attività sostenibile nel rispetto e in continuità con la tradizione. La gestione dei pascoli del gregge non ha solo finalità produttive, ma anche ambientali e paesaggistiche.  L’attività pastorale svolta dal gregge infatti offre un “servizio ecosistemico”. L’allevatore rispetta le esigenze alimentari e il benessere del gregge nelle diverse stagioni, valorizzando i suoi prodotti caseari e proponendosi al contempo come modello di recupero di un territorio montano.

L’allevamento di una razza locale a limitata diffusione, come la pecora Frabosana-Roaschina, tutela la biodiversità zootecnica.  La razza presenta buoni standard produttivi ed è dotata di una notevole adattabilità e resilienza agli ambienti impervi della montagna.

Il pascolamento del gregge, inoltre, contribuisce al miglioramento della composizione floristica dei pascoli, controllando le specie invasive ed infestanti e proteggendo da rischi di incendi e dall’erosione dei suoli. Vengono così protetti preziosi habitat della Val Tanaro, mantenendo il paesaggio e salvaguardando la multifunzionalità del territorio.

Nel periodo estivo il gregge pascola in alta Val Tanaro (CN) sulle Alpi Marittime tra Piemonte e Liguria. Le pecore attraversano la Valbella tra Il Colle dei Termini e Pizzo d’Ormea.